Food Truck Bistrottino alla JuVi per “fare sport e coinvolgere persone fragili nella comunità cittadina”

 

L’ultimo allenamento per la prima partita al PalaRadi. Il primo incontro tra i ragazzi del Bistrottino e i giocatori della JuVi. La prima volta volta che il coach della Ferraroni Alessandro Crotti interrompe un allenamento importante. La prima volta della comunità Sereno Variabile in un Palazzetto. Venerdì 12 novembre è stato un insieme di prime volte, tutte molto importanti. Le abbiamo ripercorse con Damiano Bonvicini, collaboratore per Comunicazione e Marketing della Ferraroni JuVi di Cremona con cui la nostra Cooperativa socia Varietà ha avviato una sinergia che unisce sport, cibo e inclusione, mettendo a disposizione il Bistrottino, food truck del BonBistrot, al PalaRadi in occasione delle partite casalinghe della squadra di basket.

Bistrottino alle partite della Juvi“E’ stata la prima volta in cui il coach di sua volontà ha interrotto l’allenamento per qualcosa di non previsto. E mi ha sorpreso. Si è sentito in dovere di fermare l’allenamento per parlare con loro, far firmare le maglie ai giocatori e scattare una fotografia. Poi, ho scoperto che ha avuto esperienze passate con ragazzi con fragilità e gli è sembrato un momento importante da condividere”. Ci racconta Damiano, ricordando l’allenamento di venerdì 12 novembre, a cui i ragazzi della Comunità Sereno Variabile, in inserimento lavorativo al Bistrottino del BonBistrot, hanno partecipato per conoscere la squadra e l’ambiente prima di iniziare il servizio. Da allora, Kevin Antonio, ragazzi della comunità Sereno Variabile non hanno saltato una partita e, insieme ad un operatore, sul Bistrottino hanno preparato hamburger, panini, polpette e birre per i tifosi cremonesi e avversari.

Kevin e Antonio Bistrottino alla JuviGrazie a questa esperienza, i ragazzi hanno modo di fare un’esperienza professionale e di mettersi in gioco in un ambiente piacevole e di normalità. “Damiano ci ha consegnato un gagliardetto da appendere al Bistrottino. E’ una bella esperienza”, commenta Antonio. E anche per la squadra è un’esperienza importante. “L’obiettivo della JuVi e della famiglia Ferraroni è quello di fare sport coinvolgendo la comunità cittadina. E cosa c’è di meglio di aiutare dei ragazzi ad inserirsi nella società offrendo un servizio?”, sorride Damiano.

L’esperienza durerà fino alla fine di dicembre, ma c’è voglia di continuare. “L’idea è nata da un altro collaboratore, ma quando ho scoperto si trattasse del BonBistrot, uno dei ristoranti preferiti dai miei nonni, sono stato ancora più entusiasta. Quindi, il mio desiderio è di dare continuità all’iniziativa”, suggerisce il collaboratore della JuVi. Nel frattempo, l’appuntamento è al PalaRadi il 18 dicembre alle ore 18.30 per la partita contro Bergamo e per gustare il cibo buono ed inclusivo del Bistrottino.