Dalle competenze emotive a quelle cognitive e relazionali: il Corso ECM sulle Life Skills proposto da Solco Formazione

 

Life Skills al centro del nuovo percorso ECM (Educazione Continua in Medicina) proposto da Solco Formazione (vedi qui). Il corso è dedicato in particolare a chi, per professione, si occupa delle persona o di gruppi in ambito sociale, educativo e sanitario. La prima edizione si è appena conclusa, ma verrà riproposta il 12 e il 13 ottobre. Così, ne abbiamo approfittato per approfondire il tema con Manuela Paselli, psicologa e formatrice LIFE SKILLS® Italia e LIFE SKILLS® Business.

Cosa sono le Life Skills? Si tratta di “una gamma di abilità cognitive, emotive e relazionali di base, che consentono alle persone di operare con competenza sia sul piano individuale che su quello sociale”, ci spiega la docente. Il nucleo fondamentale, identificato dall’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), è costituito da 10 competenze: competenze emotive (consapevolezza di sé, gestione delle emozioni, gestione dello stress), competenze relazionali (comunicazione efficace, relazioni efficaci, empatia), competenze cognitive (pensiero critico, pensiero creativo, risolvere problemi, prendere decisioni).

 

Il corso ECM al Civico81

Seguire un percorso come quello proposto consente di acquisire strumenti che possono essere trasferiti nella quotidianità professionale e personale. “Ci sono tantissime situazioni o problemi nei quali le life skills giocano un ruolo cruciale. Pensando all’ultimo anno e mezzo, una delle competenze che maggiormente è “mancata” nella gestione delle scelte personali rispetto al Covid-19 è stata la messa in campo di un robusto pensiero critico.” – ci dice Manuela Paselli“Infatti, ogni volta che approcciamo un caso, una situazione, un contesto, la sfida è saper distinguere cosa è oggettivo da cosa è soggettivo.”

“LIFE SKILLS® Italia mette la PERSONA al centro del processo di apprendimento e allenamento”, continua la docente. I primi momenti della lezione, infatti, sono dedicati alla creazione di un clima di fiducia. In questo modo, ogni partecipante può mettersi in gioco in prima persona, ma anche aprirsi all’ascolto degli altri.

I feedback ricevuti dopo la prima edizione al nostro Consorzio sono positivi. “L’aspetto che ha stimolato ed è piaciuto è stato il metodo condiviso: dinamicità delle giornate, la messa in gioco personale, il ritmo tra esperienze, riflessioni e passaggi teorici. E il merito del clima va ai e alle partecipanti”, sorride concludendo Manuela Paselli.

 

Per informazioni e iscrizioni:

Per informazioni e iscrizioni è necessario rivolgersi a Sol.co Formazione al numero 0372 1786314 int. 2 o tramite mail: formazione@solcocremona.it.