La pallavolo integrata del Gamma, “un’attività alla pari per operatori e pazienti”

 

Anche in occasione della fine delle paralimpiadi di Tokyo, abbiamo deciso di presentarvi la pallavolo integrata, il progetto di una nostra coop socia, Gruppo Gamma. Si tratta di un’attività che permette ai ragazzi e agli adulti che frequentano i Centri Diurni di Psichiatria di mettersi in gioco e rinforzare il rapporto con gli operatori e la squadra.

Il progetto nasce nel 2016, grazie all’idea di un operatore specializzato nel settore sportivo, Andrea D’Avossa e la vicepresidente Chiara Persico, di riprendere un’attività risalente agli anni in cui la cooperativa non era costituita. Un gruppo di ragazze e donne, infatti, decisero di formare una squadra con amiche e persone con fragilità legate all’oratorio di San Michele. Un modo per fare attività fisica, ritrovare se stessi e socializzare attraverso lo sport.

Al momento, la pallavolo integrata è sospesa da febbraio 2020, a causa della pandemia. Ma c’è voglia di riprendere, perché “i benefici sono tanti. Da quelli individuali di riattivazione personale, sia motoria che mentale a quelli legati alla socializzazione, tessendo relazioni con le altre squadre, rinforzando il rapporto con gli operatori e gli altri ospiti.” Infatti, “lo sport permette all’operatore di mettersi sullo stesso piano svolgendo un’attività alla pari”, aggiungono dal Gamma.

I numeri? Nel corso degli anni l’attività ha coinvolto circa 20 ospiti adulti e 20 minori. Ogni ospite aderisce in base alle proprie capacità e attitudini. “L’attività diventa anche un momento importante per coloro che per diversi motivi non possono effettuare l’attività fisica, perché tifano per i giocatori durante le competizioni nazionali e i tornei territoriali”, ci dice Gabriella. Inoltre, a partire dal 2018 sono stati coinvolti anche alcuni minori stranieri non accompagnati e un operatore della coop Nazareth.

 

Quando e dove?

Gli atleti si allenano due volte a settimana da ottobre a maggio, a rotazione nelle palestre cittadine disponibili. Durante l’anno partecipano regolarmente al campionato C.S.I. e ad alcune competizioni del territorio. Negli anni, sono stati vinti diversi trofei e targhe a livello territoriale, ma anche a livello nazionale. “Stiamo attendendo indicazioni per il futuro. L’intenzione di operatori e ospiti è di riprendere appena possibile”, conclude Gabriella, operatrice Gamma referente del progetto.