La vacanza integrata tra ragazzi del Gamma, adolescenti del Bosco e ex alunni del Liceo Vida…per crescere insieme!

 

Sono partiti il 17 luglio. 6 ragazzi del Centro Diurno di Neuropsichiatria gestito dalla Cooperativa Gamma con 3 educatori e 7 adolescenti del Bosco ex Parmigiano, 3 ex alunni del Liceo Vida con cui la Cooperativa collabora da anni. Più due famiglie e tre professori del Liceo di via Milano. Destinazione: Pietrasanta, località toscana a ridosso del mare, meta consolidata per la Cooperativa. La vacanza è durata fino al 25 luglio, tra spiaggia, giochi, cacce al tesoro, gite turistiche o naturalistiche e tante, tante relazioni (in sicurezza). Una vacanza integrata che ha riscosso successo tra i giovani coinvolti e le famiglie.

“Decidere di mandare nostro figlio a fare l’esperienza di Pietrasanta – è il commento dei genitori di un ragazzo – per noi ha rappresentato una scelta importante per la sua educazione: valori come l’accoglienza, l’integrazione, l’amicizia non sono stati a “senso unico” nei confronti di ragazzi un po’ meno fortunati… ma hanno avuto un ritorno in tutti i nostri figli e anche in noi genitori. È stata una splendida occasione di crescita per tutti!”.
“Sono rimasto entusiasta nel vendere mio figlio tornare dalla vacanza carico a mille e con tantissimo entusiasmo addosso
– ha detto un papà al termine dell’esperienza – L’essere stato di aiuto al prossimo, l’aver condiviso questa esperienza insieme ad un gruppo di amici ed anche l’aver pregato quotidianamente insieme gli hanno permesso di vivere un’esperienza unica che resterà indelebile nella sua memoria. Sicuramente da ripetere nei prossimi anni”.
“Quello che mi ha lasciato Pietrasanta
– è il ricordo di una ragazza che ha partecipato alla vacanza – è qualcosa di speciale, delle emozioni che non credo di avere il modo di provare ancora. Trovarsi in un gruppo di persone che ogni giorno avevano problemi diversi, ragazzi del Gamma come quelli che conoscevo da una vita, e affrontarli insieme, come fossimo una grande famiglia. Perché mi sono sentita accolta e accettata per quello che sono nonostante i difetti, e io stessa ho dato amore a tutti i miei amici, nonostante pregi e difetti di ognuno. La cosa che mi è rimasta più impressa effettivamente di questa esperienza è stata l’aria di affetto reciproco che aleggiava tra tutti, come una grande famiglia”.
E ancora. “Esperienza rigenerante e di crescita – un altro commento raccolto tra i viaggiatori – In questo difficile anno, Pietrasanta è stata un momento di incontro e condivisione di valori, di idee e di emozioni. Un turbine di avventure, di scoperte e di impegno sempre col sorriso, di creazione di nuovi legami e consolidamento di amicizie già esistenti. Un tempo per vivere a pieno le emozioni vere”.
“Non avrei mai pensato che Matilde accettasse con l’entusiasmo con cui l’ha fatto , la proposta che siete stati coraggiosi a fare
– conclude una mamma – È stato molto bello accompagnarla e conoscere tutti i ragazzi, gli accompagnatori e trovare un clima di amicizia, serenità e famigliarità così facili da vivere. Non avevo dubbi che Matilde si sarebbe buttata col cuore in questa ventura e ne sono felice. Sono fiera della ragazza “ricca “ ed entusiasta che mi è corsa tra le braccia quando è tornata e , piangendo, mi ha detto: è stata un’esperienza meravigliosa!”.